Chi sono


Sono prima di tutto un uomo, un marito e padre di sei figli. Sono un ricercatore e amo contribuire al miglioramento della salute e della vita dell’essere umano. Amo studiare e sperimentare nuove soluzioni provandole su di me in prima persona. Mi piace viaggiare e conoscere nuovi popoli con le loro tradizioni e le loro arti mediche. Mi impegno ogni giorno per trasformare la mia vita in un capolavoro vivendo con intensità e passione ogni istante. 

-

Sempre affascinato dalla conoscenza dell’essere umano fin dal liceo ho studiato con passione la biologia e l’anatomia. Intrapresi gli studi universitari ho frequentato 2 anni di Psicologia e 3 anni di fisioterapia. Mi sono reso subito conto che le conoscenze accademiche erano insufficienti e così ho rinunciato a guadagni sicuri ed immediati per affiancarmi a maestri che mi potessero insegnare i veri segreti del corpo umano. 

-

Così ho iniziato la mia esperienza nel mondo dello sport trattando, affiancato dal mio maestro Josef Blazic, grandi sportivi del panorama italiano fino a mettere le mani su atleti di fama mondiale. Ho continuato sempre a formarmi completando gli studi di osteopatia e poi progredendo con la conoscenza dell’osteopatia biodinamica. Dopo la morte del mio maestro ho viaggiato incontrando nuovi maestri e ancora oggi il mio viaggio di ricerca non è finito.

Cos'è il biohacking


Iniziamo con i fondamenti. Biohacking è essenzialmente la pratica di cambiare la nostra chimica e la nostra fisiologia attraverso la scienza e l’auto-sperimentazione. È una definizione ampia, ma è necessario anche perché l’idea di “biohacking” è in continua evoluzione. Può essere semplice come lo stile di vita e i cambiamenti nella dieta che migliorano il funzionamento del tuo corpo. Può essere quotidiano come la tecnologia indossabile che ti aiuta a monitorare e regolare i dati fisiologici. Oppure può essere estremo quanto la tecnologia implantare e l’ingegneria genetica. Le possibilità sono infinite, ma sono tutte radicate nell’idea che possiamo cambiare il nostro corpo e il nostro cervello, e che alla fine possiamo diventare più intelligenti, più veloci, migliori.

Hackera la tua biologia

Biohacking è il processo di apportare modifiche al tuo stile di vita al fine di “hackerare” la biologia del tuo corpo e sentirti al meglio. Conosci il detto: “Sei quello che mangi”? Ciò si applica in realtà agli umani in un senso più ampio: tutto ciò che mettiamo nei nostri corpi – i nostri cibi, i nostri pensieri, i nostri movimenti fisici – influenzano tutti il modo in cui ci comportiamo. Mediante il biohacking di te stesso, puoi effettivamente trasformare il tuo corpo in modo da sentirti più energico, essere più produttivo e, nel complesso, sentirti la migliore versione possibile di te stesso.




Apporta piccole modifiche

Non significa essere uno scienziato pazzo e fare esperimenti folli con il tuo corpo. Invece, significa usare vari hack per vedere cosa funziona meglio per te (che potrebbe essere molto diverso da ciò che funziona per Mario in fondo alla strada!) Ora, alcune persone ti diranno che tutti i tipi di gadget e misurazioni sono necessari, ma preferisco il buon vecchio stile: apportare piccole modifiche al tuo stile di vita, dare al tuo corpo il tempo di adattarsi e poi vedere come ti senti. Dopo tutto, quando si tratta di come si sente il tuo corpo, ovviamente sei tu l'unico esperto!

Migliora le tue capacità

Biohacking è quando si hack un sistema biologico con l’obiettivo di raggiungere uno o tutti i precedenti. Il sistema biologico che ti interessa potrebbe essere un batterio, una pianta, un virus o il tuo stesso corpo. Nel contesto della fisiologia umana, un Biohack è qualsiasi azione intrapresa per migliorare le tue capacità, migliorare un disturbo medico o raggiungere il massimo potenziale del tuo corpo. Biohacking è l’arte e la scienza della gestione della propria biologia, con unapproccio di pensiero sistemico, utilizzando la tecnologia che abbiamo a disposizione oggi.

Choose a Pricing Option

Approccio al pensiero sistemico



Ogni volta che provi a correggere o migliorare qualcosa, è sempre utile avere un modello per farlo.

Possiamo quindi formulare un’ipotesi, verificare eventuali difetti prima nella nostra ipotesi e anche prevedere il risultato per le idee che vogliamo provare a utilizzare questo modello.

Se conosci e comprendi le risposte del tuo corpo all’ambiente in cui è inserito, in pratica comprendi il sistema, che tipo di input di ambiente si manifesta in che tipo di salute e rendimento. 

Questo è ciò che chiamiamo un approccio “Sistemi di pensiero”.